Moteurs FOX 

 

Storia e prospettive

L' origine

 

François ODOUX-LEFEBVRE, CEO del CEN - Constructions Électricité du Nord (CEN) di Tourcoing, le cui prime macchine elettriche furono costruite nel 1897, vuole accompagnare l' espansione mondiale del controllo individuale delle piccole macchine, che in precedenza erano guidate dal controllo collettivo di pulegge e trasmissioni a cinghia. E' la diffusione dei motori di potenza frazionata (0,10-1 CV), che è l' innovazione del dopoguerra 39/45 periodo. Si tratta di mercati nuovi e importanti, sia industriali che domestici. 

 

François ODOUX-LEFEBVRE decide quindi di creare una nuova struttura produttiva, non in concorrenza con quella che dirige e in pieno accordo con essa. Questo nuovo programma di produzione integra l' attuale programma CEN per i veicoli di media e alta potenza.

 

         François

 ODOUX-LEFEBVRE

CEN e Moteurs FOX

       (1906-1996)

 

 

La Fondazione

 

Dal 1° aprile 1949, una nuova società che prende il nome dal suo fondatore, ETS. FRANÇOIS ODOUX, che sono costruiti con il marchio "MOTEURS FOX", i piccoli motori frazionari che equipaggiano diverse macchine industriali nel campo della meccanica, tessile, agricoltura, oltre a soddisfare le diverse esigenze di elettrodomestici, in particolare l' innovazione del dopoguerra che è la lavatrice. L' azienda impiega quindi da 35 a 40 persone, di cui un terzo apprendisti nelle lezioni serali, perfezionando le proprie competenze nei mestieri, per ottenere la CAP come avvolgitore elettrico o meccanico di tornitura e regolazione.Dal 1956, l' azienda lavora per migliorare la propria produzione e lancia sul mercato nuove serie di motori elettrici, in particolare nella costruzione della serie AS (motore corazzato chiuso con pale soffiate e ventola esterna). Negli anni' 50, un importante passo avanti è stato compiuto nella creazione di una nuova fonderia utilizzando nuove tecniche di fusione in alluminio guscio per la fabbricazione di rotori di cortocircuito e carcasse di statori a convezione ad alta efficienza. Durante i 58/59, l' impresa è stata la prima in Francia a produrre turbine frigorifere a Rylsan. 

Evoluzione dell' azienda

 

Il 1° settembre 1959 la società divenne una società a responsabilità limitata e ampliò la sua gamma di produzione a 4 CV. a 1500 rpm. Questa gamma viene utilizzata in molte applicazioni per motori adattate alle esigenze specifiche dei vari costruttori di macchine. Diventa il supporto per nuove creazioni di moto-riduttori, ventilatori, pompe, miscelatori e sirene di allarme.

All' epoca, quattro figli di François Odoux si unirono alla Moteurs Fox per dirigere l' impresa: François Odoux, Yves Odoux, Gérard Odoux e Dominique Odoux.

 

Negli anni' 60, la standardizzazione dei piccoli motori e la loro produzione in serie hanno reso impossibile per l' azienda tagliare direttamente le piastre rotore e statore, aumentando così il volume di produzione. Inoltre, pur continuando a produrre motori standard con l' aiuto di costruttori di utensili esterni, un punto di svolta è dato per indirizzare le attività sul servizio di riparazione e ricostruzione di motori di piccola e media potenza.

 

Nel 1968, il desiderio di migliorare ulteriormente la qualità della produzione ha offerto all' azienda l' opportunità di investire in un bilanciamento dinamico di parti rotanti, rotori, turbine varie e altre.

 

Il 1° gennaio 1969 lo status di SA è stato modificato in SARL.

 

Dall' inizio del millennio, l' azienda opera come produttore, con progetti in corso che dimostrano questa volontà di servire sia l' industria che il grande pubblico nel corretto utilizzo delle macchine elettriche rotanti. È in fase di sviluppo una nuova generazione di motori elettronici a corrente alternata a frequenza variabile per l' industria industriale e automobilistica, che con l' aiuto dei centri di ricerca rappresenta una grande promessa per il futuro. In questi anni, il nipote di François Odoux, Gérard Dominique Odoux, è entrato a far parte della Moteurs Fox e ora gestisce la società.

Tra i progetti di studio, in particolare nel campo della ricerca acustica e dell' innovazione, c' è la costruzione delle sirene elettromeccaniche Pakita e Monica. Queste fabbricazioni, per le loro prestazioni e robustezza, sono state scelte dalla Francia per la loro rete nazionale di allarme: il SAIP (Système d' Alerte et d' Information des populations). Questa posizione ha permesso alla società di rafforzare il mercato internazionale. Dal 2013, la nipote di François Odoux, Christine Odoux-Chiriatti è entrata a far parte dell' azienda anche per sviluppare il mercato internazionale delle sirene PAKITA e curare la comunicazione internazionale, il servizio clienti internazionale e il sito web: www.Pakitasiren.com.

Sirene di allertamento elettromeccanica PAKITA per avvisare le persone in caso di catastrofi naturali, tecnologiche o nucleari, inondazioni, incendi, esplosioni, attacchi terroristici. Protezione civile, SAIP, difesa, Moteurs FOX, Francia/USA.

Contact FRANCE:

Moteurs FOX Sarl - Immeuble Forge Bellevue

27 rue Franklin Roosevelt - BP 10131

59333 TOURCOING CEDEX

Hauts-de-France

FRANCE

moteurs.fox@orange.fr

​Tel: +33 3 20 01 73 76

Fax: +33 3 20 01 80 29

Contact USA:

PAKITA Sirens International Representative

Customer Services

Pittsburgh, PA, USA

christine.odoux@orange.fr

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now